----- AVVISI -------


Memoria di Maria Ausiliatrice
Sarà celebrata venerdì 24 febbraio 2017. Alle 18.00 il Santo Rosario. Segue la S. Messa e l’affidamento a Maria Ausiliatrice (con la preghiera di Don Bosco) e la benedizione con l’invocazione del nome di Ausiliatrice.


Gruppo Missionario-Caritativo
Sabato, 25 febbraio 2017, ore 17.00.


Festa di carnevale
Sabato 25.02.2017, ore 16.00: bambini; ore 19.30: giovani.


Catechismo sospeso
Domenica 26 febbraio 2017 a causa della chiusura del traffico nel centro di Mainz per il carnevale sospendiamo il catechismo per i bambini e per i ragazzi.


Ritiro di Quaresima
Sabato 4 marzo 2017 dalle 9.30 alle 17.00. Tema: Amoris Laetitia. Amore nella famiglia.


Felicitazioni
A Milano e Venezia Scifo e ai loro genitori e famigliari in occasione del battesimo celebrato sabato 18 febbraio 2017.


La Ruota”
Abbiamo distribuito una buona parte del numero attuale de “La Ruota”. Grazie a tutti i messaggeri che con grande slancio e generosità hanno dedicato a quest’opera il loro tempo e cuore. Ci sono rimaste ancora alcune copie da distribuire. Se qualcuno può darci una mano, per favore si rivolga in segreteria.



Orari

Segreteria

Missione

 

Lunedì-martedì-sabato:

ore 9.00 - 12.00

 

Mercoledì e venerdì:

ore 9.00 – 12.00  e  15.00 – 17.00

 

 

Corrispondenza consolare


Laura Mosconi riceve il martedì dalle 16.00 alle 18.00, il giovedì dalle 15.00 alle 18.00 e il sabato dalle 9.00 alle 12.00.

 

 

AMMALATI

 

Quando qualcuno è ammalato e desidera la visita del sacerdote, lo si comunichi in missione.
Ben volentieri ci rendiamo presenti e ci impegniamo a pregare per la guarigione del corpo e il conforto dello spirito.

 

Quando confessarsi?

 

Il sabato dalle ore 18.00 e la domenica dalle ore 11.00 c’è sempre nel Confessionale un sacerdote a disposizione.
Gesù ti aspetta  per dirti:- Ti sono perdonati i tuoi peccati!

 

 

 

HOME

 

 

Domenica 19 febbraio    VIIa DOMENICA T.O. – Anno A
Anniversari: Maria Grazia Congiu Mullano
ore 9.00  s. Messa a Mombach
ore 11.30 s. Messa (Memoria: Vittorio Speranza, Giovanni Saly, Fabrizio Milano)
ore 16.00 s. Messa (Memoria: Biaggio Mannin)

 

Lunedì 20 febbraio           
ore 18.30 s. Messa 

 

Martedì 21 febbraio          S. Pier Damiani
Anniversari: Rocco Condomitti, Antonina Giacalone Maccadino
ore 18.30 s. Messa 

 

Mercoledì 22 febbraio        Cattedra di San Pietro apostolo
Anniversari: Benito Margani
ore 18.30 s. Messa  (Memoria: Savino Sarcone, Angelo e Emanuele Lovaglio)

 

Giovedì 23 febbraio

S. Policarpo
Anniversari: Carmosina Sepe
ore 18.30  s. Messa

 

Venerdì 24 febbraio   
Anniversari: Antonio Di Dio, Mario Tico,
ore 18.30 s. Messa (Memoria: Silvestro Vignera)

 

Sabato 25  febbraio              
ore 18.30 s. Messa

 

Domenica 26 febbraio    VIIIa DOMENICA T.O. – Anno A
Anniversari: Nicola Cavuto, Luigi Martorana
ore 9.00  s. Messa a Mombach
ore 11.30 s. Messa
ore 16.00 s. Messa

 

Il «comandamento dell’amore».

“Sulla strada del cristiano «non c’è posto per l’odio»: se, come «figli», i credenti vogliono «assomigliare al Padre», non devono limitarsi alla semplice «lettera della legge», ma vivere ogni giorno il «comandamento dell’amore». Fino ad arrivare «a pregare per i nemici»: cioè all’«ultimo scalino» che è necessario salire per guarire il «cuore ferito dal peccato»”.
        
Francesco,

 

 

 

 

 

 

Per cogliere il significato de “La Ruota” e dei suoi Messaggeri

 

“Questo è un piccolo modo in cui possiamo lodare Gesù Cristo nell’opera del giornalismo cattolico; possiamo trarre conforto dal fatto che le parole che noi scriviamo rimangono. “Scripta manent”. Quando le immagini si allontanano dalla vista e le parole pronunciate passano dalla memoria, la buona novella sulla Chiesa di Cristo e sui cristiani che abbiamo il privilegio di riportare può condurre alla meditazione, alla riflessione e alla lode permanente di Gesù Cristo, nostro Signore e nostro Dio. Nelle nostre parole e nel nostro lavoro, sia lodato Gesù Cristo, per sempre!”

 

s. Giovanni Paolo II,
All’unione cattolica internazionale della stampa,  
il 21.03.1985

 

 

 

 
Può essere ritirato in Missione con un piccolo contributo (Spende) di soli 5 E

 

UNA COMUNITÀ IN CAMMINO

Prefazione

Fondata ed eretta come missio cum cura animarum con decreto vescovile del 1° novembre 1964, la Missione di Mainz ha celebrato il 50.mo giubileo il 25 gennaio 2015 nella Chiesa St. Emmeran con una solenne Eucaristia, presieduta dal card. Lehmann.

 

Come si giustifica oggi, a molti anni di distanza dalla prima emigrazione, la presenza di una comunità italiana?
Alla domanda sembra rispondere il cardinale quando nell’omelia asserisce che “la Chiesa esprime la sua cattolicità, anche per il semplice fatto che esiste nella molteplicità delle lingue e delle culture”. E` risaputo del resto che il fatto religioso è strettamente legato, più che alla lingua, all’appartenenza etnica.

 

Molta acqua è passata sotto i ponti da quando negli anni 60 i nostri Gastarbeiter, che avevano lasciato la famiglia in Italia, abitavano nelle baracche. Lo ricorda mons. Silvano Ridolfi, il primo missionario, che alla fine degli anni 50, da Francoforte raggiungeva occasionalmente gli italiani di Mainz e Wiesbaden.


“Non è stato un cammino facile né umanamente né ecclesialmente: la penosa separazione delle famiglie, le dure condizioni di lavoro, la vita indegna nelle baracche, e poi le incertezze sulla sorte dei figli, le emarginazioni, le incomprensioni linguistiche e culturali nella società, con pochi sacerdoti, gli angusti spazi umani e religiosi… tutto documenta un cammino di sofferenza, di amore e di speranza, che oggi mostra i suoi risultati”.

 

Oggi, dopo 50 anni, constatiamo con piacere che è stato fatto un bel cammino di coesione cristiana e di inserimento ecclesiale compiuto dalla comunità, che dispone nella Innenstadt di Mainz di una Chiesa propria, sempre aperta durante il giorno, e di ampi spazi parrocchiali, ai quali fanno riferimento i vari gruppi e anche altre comunità etniche.
La presente pubblicazione ne documenta il percorso, la crescita, gli eventi; e sollecita, in quanti vi si riconoscono, il proposito di proseguire il cammino al seguito di Cristo.

 

E` doveroso esprimere un vivo ringraziamento a mons. Silvano Ridolfi, che ha curato la cronistoria, ad Antonio Caponegro per il lavoro grafico, a Laura Rossi, per la raccolta e sistemazione del materiale, e ad altre persone che, in vario modo, hanno contribuito alla presente pubblicazione. Che sarà di sicuro gradimento, spero, per quanti vivono l’appartenenza alla Chiesa e a questa Comunità cattolica italiana di Mainz.
Don Pio Visentin, parroco emerito.
Mainz, 15.05.2016

 

 

 

 

Home